20 buoni motivi per un viaggio in Iran (3)

20 buoni motivi per un viaggio in Iran (3)

11. Dov’è Susa?

Anche se normalmente non cerchi rovine antiche, questi tre siti del Patrimonio Mondiale  

ti faranno riconsiderare. La grande massa e affascinante storia posteriore fanno del Choqa Zanbil Ziggurat, che risale a soli 34 secoli, uno dei siti storici più impressionanti in una regione piena di loro.

Ora scavati, alcuni dei mattoni sembrano usciti dall’uccisione la scorsa settimana e la Tomba di Danial con la sua architettura unica. Susa o Shush è una favolosa rovina di un luogo con un castello, acropoli e resti di un palazzo, mentre Shushtar arrotonda in modo impressionante le cose. Gli antichi i mulini ad acqua di Shooshtar risalgono a Dario il Grande, è un capolavoro di architettura.

 

12. Galleria di Tehran

Gli eccellenti musei e palazzi di Tehran offrono grandi informazioni sul passato dell’Iran. Tuttavia, per farsi un’idea del suo presente, non perderti la gamma di caffè alla moda e gallerie d’arte contemporanea della città. Questi forniscono un antipasto in un lato della moderna vita iraniana; sono creativi, stimolanti e liberali, raramente si sente molto parlare nei media. Anche le istituzioni patrocinate dal governo come l’Iran Holy Defense Museum e Qsar giardino Museum fanno un uso inventivo dell’arte contemporanea. Ci sono molte gallerie a Teheran che presentano arte contemporanea come l’arte Aran, la galleria Elahe, la galleria d’arte Homa, la galleria Aun, la galleria Etemad, la galleria d’arte Seyhoun, la galleria d’arte Silk Road e la galleria Sien.

 

 

13. Bazar

Nell’era dell’ipermercato, la maggior parte degli iraniani fa affidamento su questi labirinti di strade coperte, madrase e caravanserragli per gran parte dei loro acquisti. Teheran, Esfahan, Shiraz, Kerman, Qazvin, Lar e Kashan hanno tutti bazar d’atmosfera in cui è possibile navigare sotto i soffitti a cupola, schivare le moto e fermarsi nelle case da tè per una birra. Forse il più grande è il Patrimonio Mondiale elencato, Tabriz Bazaar, il più grande bazar coperto del mondo e una volta tra i più importanti centri commerciali sulla Via della Seta.

 

 

14. Città Patrimonio dell’Umanità UNESCO dell’Iran, YAZD

Pochi luoghi si sono adattati al loro ambiente e alla città desertica di Yazd. È un gioiello di viuzze tortuose, cupole di tegole blu, minareti svettanti, bazar e case del cortile sormontate da tassi (falciandoli) e annaffiate da Qanats (canali sotterranei dell’acqua). Molte di queste case sono state restaurate e trasformate in evocativi alberghi tradizionali. Molti viaggiatori dichiarano che Yazd è la loro città preferita in Iran, e non è difficile capire perché, combinando un soffio di magia sulla cuspide del deserto. I luoghi estivi non lontani da questa zona desertica sono una combinazione inaspettata da non perdere.

 

 

15. Iran occidentale

Con il rallentamento nel viaggio via terra, pochi si dirigono verso ovest, ma è proprio quello che ci piace. Rintracciare il patrimonio mondiale dell’UNESCO, elencato chiese armene. Seguite il percorso attraverso Howraman sulla vostra strada tra Marivan e Paveh, chiamati Thousand Masuleh per possedere molti villaggi come Masuleh. Esplora la valle di Aras o trascorri del tempo per conoscere i kurdi intorno a Howraman, i villaggi di montagna intorno a Paveh, gli azeri a nord-ovest, i Gilan sulla costa del Caspio, gli arabi del Khuzestan e tante altre attrazioni uniche. Mettili insieme e l’Iran occidentale vale la pena costruire il tuo intero viaggio.

 

                                                                                                                                                                                                                                           Continua…

20 buoni motivi per un viaggio in Iran (3)
Rate this