10 migliori cose da fare a Isfahan

Isfahan è una delle città più belle dell’Iran. Si chiama “metà del mondo” da molte persone a causa della sua unicità e grandezza. È difficilmente visivamente accattivante, rivaleggiato da altre città dell’Iran. È un museo vivente di artigiani e artigiani con il suo storico bazar, attraenti ponti e moschee adornate sono i punti salienti più belli che si possano godere. Queste sono le attrazioni più preziose negli occhi dei turisti.

Naqsh-e Jahan piazza: noto come Imam Square, questo luogo la sua attrazione è posta al centro di Isfahan, in Iran. È un importante luogo storico e uno dei siti del patrimonio mondiale dell’UNESCO. Questa piazza lunga 160 metri e lunga 560 metri è circondata da edifici dell’era safavide. Potete vedere la Moschea dell’Imam sul lato sud della strada. Ci sono alcuni cavalli con le loro carrozze in cui puoi fare passeggiate a cavallo e ti riportano indietro nel tempo all’era di Safavid come se tu fossi il re sul cavallo. Questo luogo include la Moschea dell’Imam, la Moschea di Sheikh Lotfolah, Ali qapu e Bazaar.

1. La Moschea Imamcon i mosaici con piastrelle blu e l’architettura straordinariamente attraente e perfettamente proporzionata dell’era Safavid, crea una vista meravigliosa ai tuoi occhi. Questo superbo monumento rappresenta la creatività di Shah Abbas e l’esperienza del suo architetto. La costruzione di questo capolavoro ebbe inizio nel 1611 e terminò nel 1629, l’ultimo anno del regno di Shah Abbas, quando fu terminata la sua cupola alta. Le pietre di marmo bianco per la sua fondazione sono state portate dalla città di Ardestan e il suo portale è addobbato con Kashi Moarraq da artisti molto abili di quell’epoca. Il suo portale è stato costruito per affrontare la piazza, ma l’orientamento della moschea è verso la Mecca e la piazza è collegata al cortile interno attraverso un breve corridoio, con una piscina per cerimonie rituali di assoluzione e quattro iwan. Il suo portale aveva inizialmente una funzione ornamentale, ma è diventato il portale Qeysarieh all’ingresso del Gran Bazar di Isfahan. La maestosità dell’architettura di questa moschea non può essere descritta a parole; quindi devi andare lì per fare una visita di persona.

2. Ali Qapu Palazzo, che è di fronte alla moschea Sheikh Lotfollah, fu costruito per essere un enorme portale. Il monumento con i suoi sei piani e quarantotto metri di altezza ha profonde nicchie circolari al sesto piano. Il suo nome significa grande porta perché si trovava esattamente all’ingresso dei palazzi Safavid da piazza Naqsh-e Jahan al boulevard Chahar Baq. Il monumento, costruito dall’ordine di Shah Abbas I nel diciassettesimo secolo, fu originariamente costruito per accogliere ospiti stranieri e ambasciatori. Shah Abbas era solito celebrare Nowrooz (il nuovo anno iraniano) qui in questo favoloso edificio. All’interno del monumento è pieno di pitture murali naturalistiche del pittore di corte di Shah Abbas. Ci sono temi di fiori, animali e uccelli nel suo lavoro. L’ultimo sovrano safavide, Shah Sulan Hussein, ha riparato e restaurato l’intero monumento, ma di nuovo gli afghani hanno invaso l’Iran e ne hanno fatto un casino. Shah Abbas II, che era appassionato per l’abbellimento e la perfezione di Ali Qapu, lo restaurò di nuovo e aggiunse il terzo piano alla sua magnifica sala. 18 colonne di questo edificio monumentale sono decorate con specchi e il soffitto è coperto da grandi dipinti. Questo palazzo è visualizzato sul retro della nota iraniana di 20.000 rial.

3.  Sheikh Lotf Allah Moschea , è un altro monumento che domina il confine della piazza Naqshe Jahan, che è stata la prima tra i quattro edifici costruiti intorno alla piazza. Questa moschea, a differenza della moschea Imam, costruita per il pubblico, fu costruita per la vita privata della corte reale. All’ingresso della moschea c’erano delle guardie che proteggevano le donne di Shah, e le porte erano chiuse per tutto il tempo. Anche se, rispetto alla Moschea dell’Imam, la Moschea di Sheikh Lotf Allah è molto semplice nel design, ma ha una decorazione estremamente complessa sia all’interno che all’esterno. L’esterno della sua unica cupola di 13 m di diametro è riccamente ornato con piastrelle squisitamente fatte e belle.

4. Isfahan Bazar, un mercato storico di Isfahan, è uno dei bazar più antichi e più grandi del Medio Oriente, nato nel 17 ° secolo. Il bazar è una strada a volta di due chilometri che collega la città vecchia di Isfahan alla sua nuova città. Il grande bazar di Isfahan era di per sé una città completamente coperta intorno alla quale era concentrata la vecchia città di Isfahan. Il bazar e le persone che vi lavorano sono sempre stati fedeli alla loro religione. Ci sono caravanserragli nel bazar con un tribunale aperto di forma rettangolare. Ogni linea del bazar è destinata alla vendita di alcuni tipi di merci, come tappeti, scarpe, spezie, oro, argento, artigianato.Artigianato: una delle parti più interessanti del tuo viaggio sarà sicuramente una sorpresa per te. Puoi godere di diversi tipi di artigianato come i famosi tappeti o tappeti tessuti a mano iraniani di questo paese, il Moarraq , una sorta di delicata lavorazione manuale del legno, Khatam Kari, l’arte di decorare le superfici di articoli in legno con pezzi pregiati di legno, ossa e metallo tagliano con precisione forme geometriche. puoi anche acquistare Sohan, una sorta di dolce caramello tradizionale allo zafferano persiano tradizionale fatto di farina, tuorli d’uovo, acqua di rose, zucchero, burro o olio vegetale, zafferano, cardamomo e pezzi di mandorle o pistacchio. È inoltre possibile trovare diversi tipi di spezie iraniane con vari sapori dal caldo al strano per rendere il vostro cibo o piatto gustoso.

5. Vank Cathedral , un altro meraviglioso capolavoro con una splendida architettura è la Cattedrale di Vank a Isfahan. Questa chiesa è veramente una delle attrazioni da non perdere di Isfahan. La chiesa era un luogo di adorazione di Dio per gli immigranti armeni che fuggivano dalla loro patria e si rifugiavano a Isfahan sotto la copertura di Shah Abbas I. quando entrarono a Isfahan, questi rifugi costruirono chiese e monasteri vicino alla loro residenza per fare le loro cerimonie religiose. chiesa completata nel 1664 comprende un campanile, costruito nel 1702, una tipografia, una biblioteca fondata nel 1884, e un museo inaugurato nel 1905. La sua architettura è una combinazione di stile safavide del 17 ° secolo con archi alti e una cupola con Stile islamico. Il suo museo, la casa di collezioni inestimabili di vari tipi di oggetti raccolti da tutto il mondo armeno come costumi safavidi, arazzi, dipinti europei, ricami, grandi bibbie tra cui una piccola bibbia di sette grammi ritenuta la più piccola testo scritto in sette lingue. La storia biblica della creazione dell’universo e l’espulsione dell’uomo dall’universo sono rappresentate dai dipinti disegnati sulla cupola in mattoni a doppio strato ed è decorata con motivi floreali all’interno azzurro. Questa cattedrale costruita magistralmente è un’attrazione turistica imperdibile e si può chiamarla una delle meraviglie del mondo.

6. Monar-e Jonban è il monumento storico più famoso in Iran, anche se non è il più importante. Fu costruito durante il periodo di Ilkhanid. L’edificio era decorato con mattonelle e mattoni blu scuro. Durante l’era di Safavid furono aggiunte due torri di mattoni piccole e leggere sopra ad eivan. Ogni minareto ha una scala a chiocciola per raggiungere la cima del minareto. La parte più alta di ogni minareto ha piccoli archi aperti. Perché uno può scuotere non solo i minareti ma anche l’intera eivan e il caveau. Quando sali la scala dal piano terra al tetto della volta e di Eivan, e raggiungi la sommità di uno dei minareti, e tieni il minareto e lo scuoti con le mani, allora anche l’altro minareto sul lato opposto si scuoterà sorprendentemente . Il motivo principale è il rapporto tra l’altezza e la larghezza dei minareti e la larghezza di Eivan. Questo caso di vacillazione accoppiata senza precedenti è osservabile da terra.

7. Si-o-seh Pol, è probabilmente il ponte più famoso di Isfahan. È composto da 33 archi di fila. Il ponte è costruito su basi di grande larghezza e ha una sala da tè accessibile dalla sponda meridionale. Il ponte è lungo 295 metri e largo 13,75 metri. Il lato del ponte dove il fiume Zayandeh-Roud aveva una velocità maggiore era sostenuto da archi supplementari. È stato il modello per la costruzione del seguente ponte 50 anni dopo, Khajou Bridge. Durante l’era safavide le feste cerimoniali di Abrizan (lancio dell’acqua) degli armeni erano tenute accanto a questo ponte. È considerato uno dei capolavori dell’architettura di Iran e di tutto il mondo e la costruzione di ponti.

8. Gaz iraniano è il nome tradizionale del torrone persiano, che è una sorta di caramella originaria della città di Isfahan e Boldaji. E ‘decorato con pezzetti di pistacchio o mandorla per dargli il gusto speciale delle noci. Puoi anche acquistare queste caramelle gustose e dolci e portarle come souvenir nel tuo paese o mangiarle insieme a una tazza di tè allo zafferano.

9. Il giardino dei fiori di Isfahan, uno dei giardini di uccelli più belli del mondo, questo giardino è un luogo da vedere. Il comune di Isfahan ha realizzato questo giardino negli anni ’90. Questo giardino di 17.000 metri quadrati è pieno di circa 5.000 animali di 130 specie ed è aperto dalle 8:00 alle 17:00. Ogni sezione di questo centro ricreativo, scientifico e di ricerca accoglie gli amanti interessati della natura e in particolare degli uccelli. L’ambiente di vita di ciascuno di questi uccelli è diverso a seconda delle condizioni della vita naturale degli uccelli. Per esempio, sono stati costruiti stagni per gli uccelli come anatre, fenicotteri, ecc. Le gabbie di vetro sono state costruite per uccelli di regioni simili a deserti tra cui diversi tipi di pappagalli, tucani, ecc. E le rocce sono state costruite per il bene degli uccelli come le pernici. Goditi la visita a questo giardino con migliaia di specie di bellissimi uccelli con decine di colori diversi.

10. Hasht-Behesht (Otto Paradisi) di Isfahan, Si tratta di un grande palazzo appartenente all’era safavide che fu costruita nel 1669. Oggi è protetto dalla Organizzazione per i Beni Culturali dell’Iran. Il complesso storico del palazzo di Hashtbehesht che si trova all’interno del contesto urbano di Isfahan e ad ovest di Charbagh Abbasi Street è un esempio dei palazzi del sito di residenza dei sultani safavidi. L’ampio giardino dove si trova il vasto complesso di Hasht-Behesht fa parte del grande giardino del bazar di Naqsh-e Jahan. Il nome dell’hotel è stato derivato dal “Hashti” che significa ingresso o cancello e significa la porta del Paradiso. Ciò che è evidente in questo giardino è la connessione tra i suoi spazi e le diverse parti di esso. Le decorazioni di questo edificio durante l’era di Safavid erano state così maestose e artistiche che hanno attirato l’attenzione di molti turisti ed è stato ammirato da molti dei suoi visitatori.

10 migliori cose da fare a Isfahan
Rate this