Natale in IRAN – Come l’Iran celebra il Natale

Natale in IRAN – Come l’Iran celebra il Natale

 

 

Il Natale in Iran è celebrato dalla comunità cristiana dell’Iran. La maggior parte dei cristiani sono armeni iraniani che celebrano il Natale in Iran.

L’Islam è la religione ufficiale dell’Iran, tuttavia, come altri paesi della regione, gli iraniani armeni celebrano il natale.

Circa 300.000 – 370.000 cristiani vivono in Iran oggi i cristiani credono che Gesù Cristo sia il salvatore del mondo e che suo padre sia Dio.

La maggior parte dei cristiani in Iran ha antenati dell’Armenia, un paese a nord dell’Iran, o l’Assiria, un’antica terra che un tempo si trovava a ovest.

Vivono in città come Teheran, Urmia, Tabriz e Isfahan. Ogni 1 dicembre, i cristiani iraniani iniziano un digiuno. Non mangiano carne, uova, latte o formaggio fino al giorno di Natale.

Il giorno di Natale, celebrano la nascita di Gesù Cristo banchettando con un tradizionale stufato di pollo chiamato harissa, o in tacchino arrosto. I bambini iraniani che celebrano il Natale ricevono nuovi vestiti, ma raramente Altri doni.

La maggior parte dei cristiani sono armeni iraniani che celebrano il Natale con amici e familiari nelle chiese di tutto il paese.

 

Cultura e tradizioni natalizie in Iran

Si possono vedere alberi di Natale decorati con scatole regalo rosse, verdi e dorate poste dietro vetrine o all’ingresso di diversi centri commerciali e hotel, soprattutto nei quartieri cristiani di Teheran.

Durante il Natale in Iran gli alberi decorati, insieme alle scene della Natività della Vergine Maria, Giuseppe e Gesù Bambino, possono essere visti anche nei negozi lungo Mirza Shirazi Via e Ostaad Nejatollahi (Villa Avenue) e nei suoi quartieri circostanti nel centro di Teheran, dove molti cristiani iraniani vivere.

Armeno-Iraniani e Natale in Iran

Alcuni cristiani iraniani celebrano il Natale il 25 dicembre e Capodanno il 1 ° gennaio, mentre gli armeni celebrano il Natale nello stesso periodo dell’Epifania il 6 gennaio.

Quartieri cristiani di Teheran

L’atmosfera festosa, tuttavia, non si limita ai quartieri cristiani di Teheran, in quanto alcuni negozi, in particolare quelli nella parte settentrionale della città, dedicano almeno alcune sezioni delle vetrine a decorazioni come bastoncini di zucchero, globi di neve e Figure di Babbo Natale.

Negli ultimi anni, durante il Natale in Iran, le autorità municipali hanno anche messo degli stendardi per celebrare la nascita di Gesù in molte strade principali e nella chiesa armena di San Sarkis su Villa Avenue, dove ogni anno si tiene un servizio.

A differenza di altri paesi della regione in cui la celebrazione pubblica del Natale è limitata agli hotel frequentati da stranieri, a Teheran non vi è alcuna limitazione durante il Natale in Iran. La vendita di ornamenti natalizi, che durante i primi anni della rivoluzione islamica era limitata ai distretti cristiani, ora può essere vista in città.

In effetti, le festività natalizie e le celebrazioni si svolgono in tutto il paese, in particolare nelle grandi città come Isfahan, Shiraz, Tabriz e persino nelle città religiose come Mashhad.