È vero che le feste e le celebrazioni riflettono le bellezze culturali di una regione, sarebbe un’esperienza ineguagliabile visitare una destinazione durante i giorni del festival e unirsi a questi tesori culturali insieme a godere del patrimonio tangibile. Gli iraniani sono una nazione multietnica e un misto di diverse religioni; questa diversità porta a serie interessanti di feste popolari che hanno celebrato in Iran tutto l’anno in diverse parti di questa vasta terra.

I giorni festivi in Iran hanno varie radici come anticcredenze della cultura dello zoroastrismo basate sul calendario Jalali o eventi islamici basati sul calendario lunare. Possiamo classificare queste festività ed eventi in quattro titoli. Il primo sono i festival persiani che hanno per lo più radici zoroastriane, la seconda categoria importante sono gli eventi islamici del calendario arabo, il successivo sono i festival del raccolto di prodotti unici iraniani e l’ultima sezione sono le festività nazionali sulla rivoluzione iraniana nel 1979.

1. Le prime e più popolari feste in Iran sono le feste persiane che affondano le loro radici nei tempi antichi e soprattutto nella cultura zoroastriana, le famose sono celebrate in tutto il paese, ma alcune sono appena celebrate in regioni e province specifiche.

  • Nowruz: Nowruz è il festival del capodanno iraniano e presenta anche la felicità dell’inizio della primavera, Nowrooz è celebrato anche in altri paesi oltre all’Iran, come il Tagikistan e l’Azerbaigian. L’ultimo giorno delle vacanze a Nowruz si chiama Sizdabedar, Sizdah-Be-Dar è il 13 ° giorno del nuovo anno persiano (2 aprile). È il giorno della natura in Iran e la maggior parte delle persone va a fare un picnic nella natura durante questo giorno festivo.

  • Notte di Yalda (20 dicembre): Notte di Yalda o Shab-e Cheleh è un’antica cerimonia iraniana che è considerata l’ultima notte d’autunno e la prima notte d’inverno. Le famiglie si riunivano nella notte di Yalda per passare dalla notte più lunga alla luce del giorno successivo.

  • Chahrshanbe Suri: Chaharshanbe Soori è una combinazione di due parole diverse: Chaharshanbe significa mercoledì e Soori significa rosso. Alla vigilia dell’ultimo mercoledì prima di Nowruz, gli iraniani in tutto il paese celebrano il Chaharshanbe Suri, radicato nello zoroastriano, o mercoledì rosso. In questa amata celebrazione annuale, il cielo notturno brilla di fuochi d’artificio e i falò illuminano le strade mentre la folla salta sopra di loro cantando:

    “il tuo colore rosso per me, il mio colore giallo per te”. Questi versetti implicano che dai al fuoco il tuo pallore giallo e prendi la sua energia calda. Dopo aver partecipato a questo, potresti decidere di adottarlo.

     

  • Sizdeh bedar: Sizdah Bedar (lett. Tredici all’aperto) noto anche come il giorno della natura è un festival iraniano che si tiene ogni anno il tredicesimo giorno di Farvardin (il primo mese del calendario iraniano), durante il quale le persone trascorrono del tempo a fare picnic all’aperto. Segna la fine delle vacanze Nowruz in Iran. Sizdah Be-dar viene celebrata il tredicesimo giorno di Nowruz, il capodanno iraniano. Si celebra lasciando le case per unirsi alla natura e trascorrere la giornata all’aperto.

Nowrooz festival in Iran
4shanbehsuri festival in Iran
charshanbeh-Suri
Shabeh Chelleh or Yalda
Sadeh-festival in Iran

 

 

 

2. Essendo un paese musulmano sciita, gli eventi islamici sono l’altra grande ragione in Iran per organizzare feste religiose, inclusi rituali unici in molte parti del paese.

  • Tasua and Ashura: l’evento culturale di Ashura e Tassua che si verifica durante il mese di Muharram, il primo mese del calendario islamico, è uno dei più grandi eventi nel mondo dei musulmani sciiti. È l’anniversario lutto della morte di Husayn ibn Ali, nipote di Maometto, nella battaglia di Karbala nel VII secolo a.C.
  • Ramadan: Il nono mese del calendario lunare è il Ramadhan, il mese di digiuno per i musulmani dall’alba al tramonto e il mese più santo dell’anno. Il 19, 21, 23 e 27 del Ramadan sono le notti di Qadr, le notti della rivelazione del Corano a Muhammad. Il 21 di Ramadan è anche il giorno del martirio dell’Imam Ali, che è un giorno festivo e durante questo giorno le attrazioni turistiche sono per lo più chiuse. In questo articolo puoi controllare diversi dettagli su come viaggiare in Iran durante il Ramadan.
  • Eid-e Fetr: Immediatamente dopo il Ramadan, i duri giorni del digiuno, Eid-e Fetr è celebrato da tutti i musulmani. Un giorno festivo che inizia la mattina presto con preghiere di massa e dedicato a riunioni di famiglia, donazioni di cibo, vacanze veloci e molte altre attività felici basate sulla famiglia.
  • Eid Al-Adha or Eid-e Qurban: Eid-e Ghorban o la festa del sacrificio si svolge nell’ultimo mese del calendario lunare islamico, il mese di Hajj, è celebrato da tutti i musulmani e ha iniziato con una preghiera di massa come Eid-e Fetr. Ogni anno in questo giorno, un animale come pecore o bovini viene sacrificato e donato ai poveri e ai parenti nella commemorazione di Ibrahim. A Ibrahim fu detto di sacrificare suo figlio Ismaele e accettò il comando di Dio, ma dopo aver superato la prova mostrando la sua volontà, Dio gli diede una lampada e salvò Ismaele.
  • Eid-e Ghadir: Eid-e Ghadir accade anche nell’ultimo mese del calendario lunare islamico. Questo Eid è un anniversario dell’evento a Ghadir-e Khum quando Muhammad nel suo addio Hajj dichiarò Ali come suo successore, è una festa nazionale in Iran e celebrata solo dai musulmani sciiti.

3. I festival del raccolto stanno diventando sempre più popolari di giorno in giorno tra i viaggiatori a causa della varietà di prodotti in climi diversi in Iran. Prodotti persiani unici come lo zafferano, il melograno, il pistacchio, la data, il crespino e la rosa rosa sono i prodotti più importanti che gli agricoltori di tutto il paese organizzano feste annuali del raccolto.

  • Raccolta e mondatura dello zafferano: La spezia più costosa del mondo, lo zafferano, viene utilizzata generosamente nella cucina persiana. Questo costoso filo per fiori viene utilizzato nei tappeti iraniani, nei tappeti persiani e nei filati. Ogni anno, a novembre, gli agricoltori assumono molte popolazioni locali per raccogliere lo zafferano. Per raccogliere ogni oncia di Sargol rosso di zafferano, è necessario coltivare 7000 zafferano viola. Il fiore di zafferano dovrebbe essere raccolto a mano e gli stimmi dovrebbero essere presi con precisione. I tour dello zafferano sono disponibili per aiutarti a partecipare a questo processo unico.
  • Il Festival della Rosa in Iran: Durante la primavera, dai primi di maggio a metà giugno, in base alla situazione meteorologica, il festival della rose si svolgono in Iran, in particolare nelle province di Kerman, Fars e Isfahan. La gente del posto raccoglie le rose rosa chiamate Gol-e Mohammadi e le fa bollire in una pentola di rame per estrarre l’acqua di rose. Il sapore e il profumo dell’acqua di rose iraniana (Golab) è eccezionale e gli iraniani lo usano ampiamente nella loro cucina, come medicina e anche in luoghi religiosi; alcune città come Qamsar e Niyasar a Kashan, Meybod a Fars e il distretto di Laleh-zar a Kerman, sono famose per i loro festival di acqua di rose.

    https://friendlyiran.com/iran-tours/iran-spring-tour/

  • Pomegranate Festival: I melograni hanno una lunga storia in Iran poiché questi alberi furono piantati nei templi nell’era dello zoroastrismo. All’inizio dell’autunno le celebrazioni del raccolto si svolgono in Iran, durante la festa del melograno le persone suonano musica tradizionale locale, i bambini indossano abiti colorati, i giovani giocano giochi locali e gli agricoltori rappresentano le loro colture e molti altri prodotti del melograno.
saffron harvest friendlyIran
rose-water festival in Iran
rose-water festival in Iran
pomegranate-festival in Iran

Domande frequenti su festival dell’Iran

La celebrazione del capodanno iraniano, Nowruz, è il festival più importante in Iran. Inizia il 20 marzo e si svolge nell’arco di 13 giorni. Le feste di solito comportano la pulizia delle case,  e la visita dei parenti.

  1. Nowruz
  2. Sizdeh bedar
  3. Yalda
  4. Tasua e Ashura

L’Iran ha una popolazione straordinariamente musulmana, ma la comunità cristiana ha una presenza visibile. Durante il periodo natalizio, gli alberi di Natale possono essere visti da finestre a Teheran, Isfahan, Shiraz e nelle province nord-occidentali.